Crea sito

Chi sono

Lauretta Chiarini

 


Sono nata ad Albano Laziale e vivo ad Ariccia, con due figli, un marito e quattro gatti (il numero dei gatti varia, possono essere sei come tre: adesso sono quattro).
Consulente d'arredamento da molti anni, scrittrice fin da bambina.
Amo scrivere storie per bambini e per ragazzi: c'è più divertimento e più fantasia;  c'è molto da dire, da raccontare e da spiegare, a loro.
I miei racconti sono stati “invitati”, letti e poi drammatizzati in molte scuole.
Non disdegno però, ogni tanto, qualche incursione nel mondo degli adulti e, finora, per tre volte e altrettanti libri, mi sono cimentata in romanzi da “grandi”.
Sono una lettrice compulsiva, lo ammetto, non ho più pareti dove mettere mensole per i miei libri...ma troverò una soluzione: al libro “vero”, di carta, da sfogliare ed annusare, non rinuncio.

Leggere mi è indispensabile... scrivere mi fa stare bene.

Nel 2006 ho pubblicato L'Albero Laura con la casa editrice Maremmi Editori e ho vinto il concorso letterario LuccAutori con il racconto La stella, pubblicato in Racconti nella rete, edito da Newton & Compton.

Nel 2007 il racconto Arnon l'invisibile è stato selezionato e pubblicato su Parole in corsa, editrice Full Color Sound.

Nel 2008 il racconto Classe C, scritto a quattro mani con il cabarettista Oscar Biglia, è stato inserito nell'antologia Il muro del sorriso ha fatto scuola! (iniziativa a scopo umanitario per i bambini del Kerala), Cisu Editore.

Nell'aprile del 2009, il racconto Il giardino di Brigitta è stato letto nel corso della trasmissione di Radio 1 Rai, C'era una volta e c'è ancora adesso... curata da Francesca De Carolis.

Il primo libro non destinato a bambini e ragazzi è Volevo solo essere Serena, pubblicato nel 2008 dalla casa editrice Azimut Libri.

Sempre nel 2008 ho pubblicato Turul che diventò un uccello e Aral che diventò una foglia e nel 2010 Parole vive e Margherita, Giorgia, le altre ed io. I tre titoli sono autopubblicati per il Gruppo Editoriale L'Espresso.

Nel 2011 ho scritto la piccola storia In campagna con il signor Gargiulo, ideato espressamente per un bambino down di terza elementare.

Nel 2012, come autopubblicazione, è uscito Serena a chi?, il seguito delle vicissitudini di Volevo solo essere Serena.

Sul sito tiraccontounafiaba.it dal 2013 sono presenti tre brevi fiabe, Le favole sono stupide?, Il giardino di Brigitta , C'era una volta...Dada e il tappagallo, Patata Novella, La polvere d'oro dei sogni, Streghe belle, streghe brutte, Lorsacchiotto che arrivò a Lesbos e poi girò mezzo mondo, Primavera, Giuditta e l'assassino di libri.

Il primo libro, L'albero Laura, è presente in numerose biblioteche sul territorio nazionale e, nel corso degli anni, è stato adottato come testo di lettura in diverse scuole elementari e medie del Lazio.

Numerose sono le selezioni di racconti l nell'ambito di manifestazioni letterarie e concorsi a tema: tra cui Imartedì dello chef La strada per la scuola, pubblicati sulle varie antologie.

Nell'agosto 2013 ho pubblicato Straordinaria infelicità, semifinalista al premio Feltrinelli/ilmioesordio .

A dicembre 2013 ho autopubblicato il racconto Il viaggio di Marco, donato alla  Marco Pietrobono Onlus, che si occupa di bambini e ragazzi in condizione di disagio. Il viaggio di Marco è stato donato anche all'allora presidente della Repubblica Napolitano e a Papa Francesco Bergoglio. Nel 2017 la Gangemi Editore a ripubblicato il libro in una nuova edizione, con audiolibro. L'audiolibro è recitato dall'attore Emilio Solfrizzi, e la colonna sonora è stata realizzata appositamente dal compositore Vittorio Cosma.

Nel 2014 è uscito Diversamente labili, sempre per il Gruppo editoriale L'Espresso, il romanzo è stato eletto Libro Top del sito da ilmiolibro.it, piattaforma per autopubblicazioni di Repubblica/L'Espresso e d ha ricevuto numerosi encomi e molte recensioni.

Nel marzo 2015 il mio racconto Le ballerine rosse, è risultato vincitore al concorso "Dalle mimose alle scarpette rosse"; nel novembre 2015 il mio racconto Lei è mia sorella, è risultato quinto classificato al concorso "Diversi da chi"; nel marzo 2016 il mio racconto Quattro voci per Eva è risultato secondo classificato al concorso "Dalle mimose alle scapette rosse", seconda edizione.

Le ballerine rosse è diventato anche testo teatrale nello spettacolo Uragano, curato da Teresa Dattilo, presidente di Donne e politiche familiari.

Al momento ho terminato da poco la stesura di un nuovo romanzo e sono di nuovo in piena scrittura...

I miei libri sono presenti nell'Archivio Scrittori Castelli Romani della Biblioteca comunale di Frascati, che raccoglie pubblicazioni degli scrittori nati e residenti nei paesi dei Castelli romani.